Allenarsi a casa Kerber

di Lucio Caprioli

Giovedì 13 settembre, finalmente, dopo la trasferta maiorchina, siamo arrivati a Puszczykowo in Polonia, per una settimana nell’accademia di un’altra stella del tennis, Angelique Kerber. La cittadina polacca è a soli venti minuti di auto dal centro della vivace Poznan, città con mezzo milione di abitanti… tuttavia il paesaggio che ci circonda è molto suggestivo, siamo immersi nel verde, circondati da boschi. Ci incamminiamo con i trolley verso l’ingresso, alla nostra sinistra c’è una grande struttura con murales a tema, al cui interno sono presenti 4 campi da tennis indoor, sulla destra vediamo una serie di campi outdoor di terra e in duro. Alle spalle dell’edificio principale altri campi in costruzione e dello spazio disponibile, che si estende fino ai boschi, per una successiva espansione.

Nella Hall ci sono dei divani, due poltrone a forma di pallina da tennis, bacheche con coppe e trofei. La ragazza della reception, sempre sorridente, ci accoglie in un perfetto inglese e ci indica la nostra stanza al secondo piano. Sono le 14, lasciamo le valigie e scendiamo al primo piano per il pranzo, nel ristorante dell’accademia. Ci sediamo vicino la vetrata, dove godiamo della bella vista sui campi indoor. Abbiamo mangiato molto bene, ben al di sopra delle aspettative di un italiano all’estero, per di più a prezzi davvero contenuti. Un piatto di spaghetti al ragù 16 zloty (equivalenti a 3,75 € con l’attuale conversione). Il costo della vita in Polonia è infatti decisamente più basso rispetto l’Italia, per via del maggiore potere d’acquisto dell’euro costa quasi tutto approssimativamente la metà.

Figura 1 Per le strade di Poznan

I ragazzi dell’accademia seguono questa settimana un programma di preparazione fisica con doppia sessione al giorno, seguiti dal preparatore Adam Jabłoński. Mauro si unisce ad un gruppo di 5 ragazzi agonisti della sua età. Adam è molto preparato, e gestisce abilmente il gruppo di allenamento, indicando carichi e intensità specifici per ogni ragazzo.

Figura 2 Con il preparatore fisico Adam Jabłoński

Mentre salgo le scale, incrocio una ragazza dal viso noto… la saluto un po’ incredulo… è Angie che gira per l’accademia come se nulla fosse!! 😂

Marcin mi spiega che la regina di Wimbledon in carica, quando non è in giro per tornei si allena qui con il suo team composto dal coach Wim Fissette, il preparatore fisico Rob Brandsma, il fisioterapista Andre Kreidler, e lo sparring Andre Wiesler. Poi aggiunge: “ma tu sai la storia di questa struttura?” Il racconto mi sorprende. A differenza di come accade abitualmente, questo posto non è stato edificato da un imprenditore in società con un campione affermato… bensì, è nato 15 anni fa, quando nonno Kerber decise di costruire nel suo paesino 4 campi indoor per far allenare la nipotina, che chi sa un giorno sarebbe potuta diventare una campionessa…

Come non bastasse, scopro che la signora bionda in ufficio a cui ho chiesto la password del Wi-Fi è mamma Beata!! Anche lei molto simpatica e cordiale. Sono impressionato dall’atmosfera e dal clima familiare che si vive qui… non tardano ad arrivare nonno e nonna, con il cagnolino Simba. Io e Mauro ci sentiamo parte di una famiglia, non due estranei appena arrivati da poche ore.
Il sole è già tramontato, è stata una giornata molto intensa e dopo un’ottima cena, si va a dormire!!

Figura 3 Con una #1.. Angie Kerber. Foto scattata da Andre Kreidler. (seduto a sinistra dietro noi nonno Kerber )

Al mattino sveglia alle 7:00 e alle 8:15 siamo già sul campo 2 con l’head coach Tomasz Mrozowski, e Witold Konopko che tra una settimana partirà per un torneo Itf. Tomek (Tomasz) è in gamba, molto motivato, ed i ragazzi che segue sono la dimostrazione che in campo lavora bene.

Figura 4 Con l’head coach Tomasz Mrozowski e Witold Konopko

Alle 9:30 nel campo 1 (il campo affianco il nostro) inizia il warm up Angie, con il suo team. I ragazzi non riescono a nascondere l’entusiasmo di allenarsi a fianco a una campionessa, nonostante sembrano ormai abituati alla sua presenza.

Coach Fissette non è presente. In questi giorni è a casa della moglie, è diventato per la seconda volta papà e raggiungerà Angie direttamente in Cina. Andre e lo sparring, suo omonimo, sono sempre allegri e molto simpatici. Ho l’occasione di parlare anche con Rob, il preparatore, ragazzo umile, intelligente, cerca sempre di migliorare e aggiornarsi.

I nostri giorni alla Angie Kerber Academy, sono passati in fretta, e tra allenamenti, uscite in centro, ed escursioni, è finita la nostra esperienza in Polonia… Salutiamo tutti e con una certa malinconia lasciamo l’accademia, con una certezza però che si tratta di un arrivederci… torneremo presto!!!

Figura 5 Con Beata Kerber e parte dello staff.. foto scattata da un ragazzo dell’accademia

Con queste righe non ho potuto raccontare tutta la nostra bellissima esperienza, ma solo una piccola parte. Per di più un articolo, quanto ben fatto possa essere, non potrà mai trasmette le emozioni e le sensazioni vissute in quei giorni. Lascio i miei contatti per chiunque è interessato a informazioni più dettagliate o a partecipare con noi al prossimo viaggio in Polonia!!

Lucio Caprioli (Facebook: Lucio Caprioli & Instagram: @lucio_caprioli)
email: capriolitennis@gmail.com
tel. 3312312165

31Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *