Federer: mi devo operare, ci vediamo ad Halle

di Alessandro Perrone e Elena Montin

Per gli addetti ai lavori era nell’aria, durante la semifinale degli Australian Opern si era intravisto qualcosa.

Nella giornata di ieri il tennista elvetico ha comunicato sui suoi account social di essersi sottoposto  in Svizzera a un’operazione di artroscopia al ginocchio destro, la stessa subita quattro anni fa ma al ginocchio sinistro. “Speravo che il dolore passasse da solo, ma dopo gli esami e una discussione col mio team ho preso questa decisione. Non vedo l’ora di tornare a giocare, ci vediamo sull’erba” ha detto nel suo twit.

“Dopo l’operazione – si legge ancora -, i dottori hanno confermato che era la cosa giusta da fare e sono fiduciosi in merito a un mio completo recupero. Di conseguenza, dovrò rinunciare ai tornei di Dubai, Indian Wells, Bogotà, Miami e al Roland Garros. Ringrazio tutti per il supporto – scrive ancora Federer -. Non vedo l’ora di tornare a giocare, ci vediamo sull’erba!”. Federer, attuale numero 3 della classifica Atp, dovrebbe rientrare a metà giugno, per l’inizio della stagione sull’erba. Nel mirino del campione elvetico c’è l’oro olimpico in singolare a Tokyo, unico grande alloro che manca in una bacheca che comprende 20 Slam e 103 titoli complessivi.

Federer è dunque sicuro di perdere 3180 punti per effetto dei risultati che non potrà difendere a Dubai, sul cemento americano e sulla terra battuta. Si tratta in totale di sei tornei nei quali, lo scorso anno, aveva guadagnato i seguenti punti:

  • ATP 500 Dubai: vittoria (500 punti)
  • Masters 1000 Indian Wells: finale (600 punti)
  • Masters 1000 Miami: vittoria (1000 punti)
  • Masters 1000 Madrid: quarti di finale (180 punti)
  • Masters 1000 Roma: quarti di finale (180 punti)
  • Roland Garros: semifinale (720 punti)

Tornerà in campo con 3950 punti e dovrebbe mantenere un posto in top 10, ma sull’erba avrà subito da difendere 1700 punti che, ove non difesi o difesi solo in parte, potrebbero mettere in pericolo la sua permanenza tra i primi dieci giocatori del mondo. L’attuale numero 10, David Goffin, ha infatti 2600 punti.

Dovrebbe tornare ad Halle, torneo di preparazione in vista di Wimbledon: all’All England Club l’elvetico proverà a vincere il nono titolo, sfumato l’anno scorso nella finalissima con Djokovic con due match point a favore. Bisognerà capire in che condizioni riuscirà a presentarsi sulla sua superficie preferita dopo uno stop forzato di quattro mesi.

 
0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »