I numeri di . . . . Wimbledon

Il Torneo di Wimbledon è il più antico e prestigioso evento nello sport del tennis. Il torneo, che si tiene tra giugno e luglio a Wimbledon (Londra), è il terzo dei tornei del Grande Slam. Si gioca ogni anno, preceduto dall’Australian Open e dagli Open di Francia, e seguito dagli US Open. Il torneo (l’unico tra quelli del Grande Slam ad essere giocato sull’erba) dura due settimane.

Fu organizzato per la prima volta nel 1877 dall’All England Lawn Croquet Club di Londra, ed è diventato il più famoso di tutti dato che è il torneo di tennis più antico.

E’ il torneo simbolo del tennis, torneo che tutti vorrebbero vincere, perche’ significa entrare nella storia del tennis.

E’ l’unico SLAM che si gioca sull’erba nel circolo “reale” di Londra, al cospetto, a volte, dei reali inglesi, con regole ferree che vengono sempre rispettate, come il vestiario dei giocatori che deve essere bianco, l’inchino nel centrale davanti al palco reale in presenza dei reali, le uniformi dei giudici arbitri e giudici di linea.

L’immagine dei manti erbosi in perfette condizioni sopra i quali si agitano tennisti vestiti di bianco è diventata per certi versi un sinonimo stesso del tennis, anche tra i non appassionati. Gli organizzatori del torneo controllano le divise dei tennisti qualche settimana prima dell’inizio: maglie, pantaloncini, calzini, scarpe, polsini e fasce devono essere bianchi, ma è ammesso che i loghi dei marchi delle divise siano di un altro colore. I tennisti non possono indossare gli indumenti con colori fluorescenti che si vedono in altri Slam: chi non rispetta il regolamento riceve degli avvertimenti, e in certi casi anche una multa e la diffida a partecipare al torneo.

Verde e viola sono i colori tradizionali del torneo di Wimbledon. Le giocatrici donne vengono sempre appellate con “Miss” o “Mrs” durante il gioco (ad esempio quando il giudice di sedia dichiara il punteggio). I professionisti uomini invece vengono indicati solo con il cognome, mentre i dilettanti sono chiamati col titolo “Mr.”.

Durante il torneo, un falcone di nome Finnegan sorvola i campi alle nove di mattina per oltre un’ora prima dell’apertura dei cancelli per allontanare i piccioni, che potrebbero distrarre i giocatori.

Fino al 1921 era in vigore il cosiddetto Challenge Round, vale a dire che i vincitori dell’edizione precedente, eccetto che per i tornei di doppio femminile e misto, venivano ammessi direttamente alla finale. Questo consentì ad alcuni atleti di vincere numerose edizioni consecutive, in quanto affrontavano avversari stanchi per aver giocato in tutti i turni precedenti.

Il torneo inizia ogni anno sei settimane prima del primo lunedì di agosto e dura due settimane. Tradizionalmente non si gioca nella “middle sunday”: per quattro volte nella storia del torneo (l’ultima nel 2016) la pioggia ha costretto a giocare in quel giorno. Tutti gli incontri degli ottavi di finale singolare e doppio (maschile e femminile) e doppio misto vengono quindi disputati nel “manic monday”, ovvero il lunedì della seconda settimana. Durante la prima settimana si disputano i primi turni del tabellone, mentre nella seconda tocca a ottavi, quarti, semifinali e finale

Tutto e’ immutato da oltre 100 anni. E’ uno dei pochi tornei che ti lasciano qualcosa dentro quando ci vai.

I campi principali dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club di Wimbledon sono utilizzati soltanto durante le due settimane del torneo – ed eccezionalmente per eventi particolarmente importanti, come le Olimpiadi – e vengono curati tutto l’anno da una squadra formata da una quindicina di giardinieri. L’erba dei campi è del tipo loietto inglese – considerato particolarmente resistente – e dev’essere alta 8 millimetri. Durante il torneo i giardinieri tagliano, innaffiano e ridisegnano quotidianamente le linee dei campi. Ogni giorno valutano anche il grado di usura del campo, la durezza della superficie e il rimbalzo della palla.

Durante l’anno i campi vengono fertilizzati e irrigati continuamente: in primavera viene seminata una tonnellata di erba che una volta cresciuta viene pressata con rulli pesanti centinaia di chili e disinfestata da funghi, lumache e insetti.

A dire il vero, il Centrale di Wimbledon ognni tanto viene usato dai giocatori di tennis, ma solo dai soci anziani dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club.

I numeri del torneo

1877 la prima edizione del torneo vinta da Spencer Gore, abilissimo giocatore di jeu de paume in finale su William Marshall

2012 anno in cui ha ospitato gli incontri di tennis della XXX Olimpiade

2017 anno in cui, oltre al singolare, doppio e doppio misto, c’è anche il tennis su carrozzina

131 le edizioni del torneo

9 le edizioni non giocate per guerra

2000 sono i punti ATP in palio per il vincitore del singolare maschile e femminile

2.200.000 sono le sterline guadagnate dal vincitore del singolare maschile e femminile

8 sono i titoli vinti dallo svizzero Roger Federer

19 sono i campi di tennis usati nel torneo

15.000 sono i posti del centrale

11.500 sono i posti del Campo numero 1

4.000 sono i posti del Campo numero 2

Il tennista più vincente:

8 titoli: Roger Federer (2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2009, 2012, 2017)

7 titoli: P. Sampras (1993-1995, 1997-2000), W.C. Renshaw (1881-1886, 1889)

La tennista più vincente:

9 titoli: M. Navrátilová (1978, 1979, 1982-1987, 1990)

8 titoli: H.N. Wills Moody (1927-1930, 1932, 1933, 1935, 1938)

I vincitori più giovani:

Singolare maschile: B. Becker (1985): 17 anni e 227 giorni

Singolare femminile: C. Dod (1887): 15 anni e 285 giorni

Doppio maschile: R. Ralston (1960): 17 anni e 341 giorni

Doppio femminile: M. Hingis (1996): 15 anni e 282 giorni

Doppio misto: R. Laver (1959): 20 anni e 328 giorni / S. Williams (1998): 16 anni e 282 giorni

 

I vincitori più vecchi:

Singolare maschile: A. Gore (1909): 41 anni e 182 giorni

Singolare femminile: A. Sterry (1908): 37 anni e 282 giorni

Doppio maschile: G. Mulloy (1957): 43 anni e 226 giorni

Doppio femminile: E. Ryan (1934): 42 anni e 152 giorni

Doppio misto: S. Stewart (1988): 42 anni e 28 giorni / M. Navratilova (2003): 46 anni e 261 giorni

 

I debuttanti più giovani:

Singolare maschile: S. Wood (1927): 15 anni e 231 giorni

Singolare femminile: J. Capriati (1990): 14 anni e 90 giorni

Doppio maschile: S. Wood (1927): 15 anni e 234 giorni

Doppio femminile: J. Capriati (1990): 14 anni e 92 giorni

 

I debuttanti più vecchi:

Singolare maschile: J. Ritchie (1926): 55 anni e 247 giorni

Singolare femminile: A. O’Neill (1922): 54 anni e 304 giorni

Doppio maschile: J. Borotra (1964): 65 anni e 317 giorni

Doppio femminile: C. Tuckey (1932): 54 anni e 352 giorni

Doppio misto: J. Borotra (1963): 64 anni e 320 giorni / A. O’Neil (1923): 55 anni e 304 giorni

 

Le più giovani teste di serie:

Singolare maschile: B. Borg (1973): 17 anni e 19 giorni

Singolare femminile: J. Capriati (1990): 14 anni e 89 giorni

 

Maggior numero di partite giocate:

Uomini: J. Borotra: 223 partite

Donne: M. Navrátilová: 319 partite

 

La nazione più vincente:

Singolare maschile: USA (33)

Singolare femminile: USA (50)

Il maggior numero di successi consecutivi:

Singolare maschile: 5 volte consecutive: B. Borg e R. Federer

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *