La macchina del tempo ricorda: Harry Hopman

di Massimo D’Adamo

Molti hanno seguito la vittoria dei BenDerer nella Hopman’s Cup di Perth, ma pochi sanno che quel trofeo è dedicato al più grande degli allenatori. Lo chiamavano Geppetto per la sua capacità di costruire campioni e io non ero che un biondo giovincello quando fui ammesso alla sua corte in quel di Bardmoor, nella piatta Florida. Ne uscii con una visione capovolta dell’insegnamento e ancora oggi gliene sono grato!

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »