Le pagelle del mese di febbraio 2019

di Alessandro Perrone e Elena Montin

Buongiorno a tutti, da questo mese voglio inaugurare una nuova rubrica, le pagelle dei giocatori che si sono distinti nel mese. Spero vi piaccia questa iniziativa del Blog del Tennis.

Vogliamo Cominciare?

Finisce il mese tennistico di Febbraio e arrivano puntuali i nostri “personalissimi” voti ai principali protagonisti di queste 4 settimane.

Roger Federer🇨🇭 100…il Re vince Dubai e arriva a 100 titoli in carriera serve altro? Immenso! Altri aggettivi per questo straordinario giocatore non ne abbiamo. Ogni volta che perde lo diamo per finito (vedasi Asutralian Open), ma lui risorge, gioca come lui solo sa fare, delizia gli spettatori e anceh gli avversari. Alla fine lui continua ancora a dettare legge. 100 titoli in 19 anni non sono una cosa da poco, e se poi mettiamo che ci sono 20 SLAM in mezzo!!!

Gael Monfils🇫🇷 9…sarà l’effetto Svitolina al suo fianco, ma il giocatore francese sta ritrovando il suo tennis e la sua voglia di giocare, divertire e divertirsi. Atleticamente e’ in forma come mai lo avevamo visto. Si desta dal suo sonno tennistico, vince Rotterdam battendo giocatori del calibro di Goffin, Seppi, Medvededv e infine in finale quello Stan Wawrinka che era in grande spolvero. Non contento del risultato di Rotterdam raggiunge le semifinali a Dubai e Sofia. Fine mese al Top, poiche’ rientra dopo tanto tempo tra i top 20. Chapeau!

Stefanos Tsitsipas🇬🇷 9…il “predestinato” vince Marsiglia e si presenta a Dubai con la voglia di vincere anche questo grande torneo. Gioca in maniera egregia fino alla finale dove si trova un Federer ispirato che vuole assolutamente vincere. E’ ancora  ancora presto per il passaggio di consegne ma Stefanos entra per la prima volta in top 10 e per il momento può bastare. Avra’ tempo per prendersi il trofeo a Dubai.

Nick Kyrgios🇦🇺 9…il “pazzo australiano” si sente isprato, e fra un giro in spiaggia e un giro a fare sci d’acqua trova il tempo per battere  Nadal, Wawrinka, Isner e infine in finale, in due set, Zverev. Acapulco e’ suo! Cosa dire? Folle! Ma il tennis ha bisogno di personaggi folli come lui

Jannik Sinner 🇮🇹 8,99 Scusate il campanilismo italiano, ma voglio mettere questo giovane giocatore nella mia lista del mese.  Il Trentino completa in maniera magnifica le due settimane piu belle (sportivamente parlando) della sua giovane vita e, dopo il torneo challenger di Bergamo, conquista anche quello di Trento. Ha 17 anni e ha messo in riga giocatori piu’ esperti e quotati. Se il buongiorno si vede dal mattino ……

Daniil Medvedev🇷🇺 8,5…vince Sofia e raggiunge la semifinale a Rotterdam, Piano piano si sta rendendo conto che puo’ competere a altissimi livelli, se vuole. Vedremo in fututo cosa fara’..

Jo Wilfried Tsonga🇫🇷 8…vince Montpellier a distanza di 20 mesi dall’ultimo trionfo, l’operazione al ginocchio e’ un lontano ricordo. Poi si arrende ai QF a Rotterdam ma più in generale sembra essere tornato buon protagonista dopo i troppi infortuni patiti. Bienvenue mon ami!

Laslo Djere🇷🇸 7,5…il serbo “meno noto” riesce a fare quasi il pieno in Brasile vincendo Rio de Janeiro e facendo semifinale a San Paolo arrivando a ridosso della top 30. 2 settimane quasi perfette!

Juan Ignacio Londero🇦🇷 7… il “topo” vince il torneo della vita  a Cordoba nella sua “culla”, non si può chiedere di più.

Marco Cecchinato🇮🇹 7…vince il terzo torneo della carriera a Buenos Aires, e la percentuale di finali vinte continua ad essere del 100%. Diventa numero 16 del mondo,  diventa il numero 1 italiano (Fognini, numero 2 e’ al 17 posto). quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare, speriamo Marco sia uno di questi. L’italia tricolore si aspetta tanto da lui.

Guido Pella 🇦🇷 7…Dopo la finale a Cordoba, a 28 anni,  finalmente vince il suo primo titolo ATP al quinto tentativo. Bravo!

Radu Albot🇦🇩 e Reilly Opelka🇺🇸 7…vincono il loro primo titolo Atp in doppio. Complimenti!

Marzo mese di Master 1000, vedremo chi si fara’ notare: se un “fab three”, o un Next Gen, o chissa’ chi!

Al prossimo articolo

8Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »