Le palline Slazenger raccontano la storia di Wimbledon

di Alessandro Perrone

Slazenger nel mondo tennistico viene associato a un torneo: Wimbledon. Sono usate sul tappeto erboso del All England Club sin dal 1902.

Uno dei più grandi marchi del tennis nella storia, un prodotto usato da vere leggende. La più lunga collaborazione nella storia quella tra Slazenger e Wimbledon. Un nucleo migliorato per una costanza ottimale, nuovo feltro ultra premium trama più densa per una maggiore consistenza e durata

Una palla da tennis densa di tecnologia:

  • Tourcore: Il composto molecolare del Tour Core ™ è stato progettato per offrire caratteristiche di prestazioni coerenti per soddisfare tutti gli stili di gioco. Il panno di Playnes premium grade tessuta da Milliken è appositamente progettato per il gioco dando reattività e durevolezza eccezionale.
  • Ultravis: Il Vis Ultra utilizza un processo di applicazione brevettata che la rende la palla con visibilità ottimale per il tennis e quindi più facili da vedere per i giocatori e gli spettatori (da test si sono visti che con questa tecnologia, le palline acquistano una visibilità del 17% superiore alle palline tradizionali).
  • Hydroguard: Utilizzando la tecnologia brevettata Hydroguard di Slazenger, è stato creato un panno che respinge fino al 70% in più dell’acqua di una palla standard. Questa ulteriore innovazione assicura che la pallina Slazenger Wimbledon Vis Ultra  rimane veramente la palla da tennis dalle prestazioni assolute.

Le palline Slazenger sono approvate dall’ITF, usate in molti tornei che si svolgono sul tappeto erboso.

Benche’ studiata per le superfici erbose, si comportano in maniera egregia anche nelle altre superfici, anche se la loro durata e’ leggermente minore.

La storia delle palline di Wimbledon parte da lontano, dalle Filippine, e per il torneo ne vengono usate piu’ di 50.000. Quelle palline, in tubi da tre, in scatoloni da 24 tubi percorrono più di 10.000 chilometri (6.600 miglia) per arrivare dal luogo di produzione (la fabbrica Slazenger di Bataan nelle Filippine) alla destinazione finale Church Road, Londra.

Le misure sono quelle usuali contenute nei parametri dell’ITF (peso tra i 56 e i 59,4 grammi;  diametro tra i 6,54 e i 6,86 cm, rimbalzo tra i 135 e i 147 cm se lasciata cadere su superficie dura da 254 cm ).

Facendo una ricerca su internet ho trovato una curiosita’ circa queste palline, cioè che per ogni singola palla è utilizzato un insieme di materiali provenienti da 11 paesi diversi, in 4 continenti: argilla dalla Carolina del Sud (Usa), silice dalla Grecia, carbonato di magnesio dal Giappone, ossido di zinco dalla Tailandia, zolfo dalla Corea del Sud, gomma naturale dalla Malesia, naftalene petrolio dalla Cina, colla dalle Filippine e lana dalla Nuova Zelanda (tessuta in feltro nel Gloucestershire, Inghilterra).

Il tutto per entrare in gioco e rimanerci solo 9 games (7 se si tratta dell’inizio match, perché si considera l’usura del riscaldamento).

A Wimbledon gli scatoloni di palle vengono conservati in un magazzino che si trova sotto le tribune del Centre Court, rigorosamente alla temperatura di 68 gradi Farenheit (20 gradi centigradi).

Sul campo i tubi vengono conservati in un contenitore metallico. I primi due tubi vengono aperti dall’arbitro di sedia. In gioco ci sono sempre solo 6 palle. Quando avviene la sostituzione, quelle usate vengono raccolte in una sacca sotto il seggiolone dell’arbitro.

Il giorno, a orari ben definiti, vengono vendute al chiosco delle palle usate, nei pressi del campo 14, a 3 sterline al tubo (5 sterline due tubi).

Piccoli oggetti di culto: chi lo compra, può immaginare, senza tema di smentita, che le abbia maneggiate Federer o Serena Williams. Comunque almeno due dei protagonisti del torneo. Il ricavato va alla Federazione tennis inglese per il programma di sviluppo del tennis nelle scuole. E così la vita della palla dei Championships di Wimbledon, cominciata a 10.600 chilometri di distanza, continua.

Bisogna dire che negli shop all’interno del circolo è possibile acquistare le palline ufficiali del torneo con l’anno, però in tubi da 4 palline a 8 sterline. Wimbledon e’ l’unico torneo degli SLAM in cui e’ possibile acquistare le palline ufficiali con l’anno di edizione del torneo.

La foto che abbiamo messo racconta un po’ la storia del mio girovagare nel mondo del tennis da solo all’inizio della mia storia tennistica, ma successivamente con il Maestro Fabrizio Biolo.

Una delle palline che fanno parte della nostra collezione e’ datata 2001, la  prima volta che siamo andati a vedere il torneo che si svolte allo  “All England Lawn Tennis and Croquet Club” di Church Road.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *