Stampa Questo Articolo Stampa Questo Articolo

Primo Giorno O2 Arena Master – Noi eravamo li’

di Alessandro Perrone e Fabrizio Biolo

Ieri sono iniziate le partite del master 2017 allo stadio O2 arena di Londra. Lo spettacolo inizia, ci sono i primi 8 giocatori piu’ in forma del momento, peccato per gli infortuni di Nole, Andy e Stan, ma siamo sicuri che l’anno prossimo prenderanno il posto che compete loro.

Dopo gli esperimenti delle Next Gen Finals milanesi, insomma, si torna al classico: primo incontro nel singolare maschile vede lo Svizzero Roger Federer contro l’americano Jack Sock, un buon banco di prova per testare la forma fisica e “tennistica” del giocatore svizzero.

Federer parte bene anche senza incantare regolando in due set (7-6 6-4) il numero 9 del mondo Jack Sock, il primo americano a entrare nelle Finals dai tempi di Mardy Fish nel 2011.

Gioco in alcuni tratti spettacolare da parte di tutti e due i giocatori, Federer che sbaglia un passante facile facile perché Sock a rete gli mostra  “il suo lato b”, qualche piccola magia dello svizzero, molti passanti spettacolari dell’elvetico e dell’americano.  Due specialisti del campo veloce che hanno interpretato molto bene la partita!

Partita abbastanza piacevole, si è visto un Federer al 60% delle sue potenzialità, che ha gestito molto bene il match, e piano piano, sta trovando confidenza con il campo, in vista dei futuri Match. Intantoil primo se lo è portato a casa senza perdere un set, ed era una molto importante farlo.

Federer tornerà in campo martedì sera per affrontare Sascha Zverev, il più giovane del lotto, esordiente come Sock alle Finals, che in serata ha superato 6-4 3-6 6-3 Marin Cilic.

 

 

Un pensiero riguardo “Primo Giorno O2 Arena Master – Noi eravamo li’

  1. Paolo ha detto:

    La finale che tutti vogliono sarà essenza di una stagione forse ancora una volta azzoppata da troppi “malesseri” !!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *