Anche Seppi si inchina davanti al re, con tanta dignità

di Alessandro Perrone

Il cammino di Roger Federer al torneo atp  di Rotterdam, non si arresta. A farne le spese e’ il nostro portacolori Andreas Seppi.
Il 33enne altoatesino, n.81 al mondo e ripescato come lucky loser, è stato battuto dallo svizzero n.1 del ranking mondiale per 6-3 7-6(3) in un’ora e 24 minuti di gioco.

E’ sato un match molto intenso, in cui il giocatore italiano ha dato tutto, non si e’ risparmiato, e ha fatto vedere che non vale la posizione attuale, ma sicuramente quella dei primi 30 del mondo.

I primi 3 games sono stati molto combattuti, con Andy che Brekka subito ilservizio all’elvetico che subito dopo fa lo stesso con il servizio dell’italiano. Colpi molto profondi e precisi messi in mostra dal nostro giocatore che spiazzano a volte il campionissimo.

Si conoscono bene, si sono incontrati già 15 volte in inconti ufficiali, ma soprattutto ogni tanto si allenano insieme.

Dopo il 3-3 del primo set si vede un Roger che alza notevolmente il ritmo di gioco, facendo divertire il folto pubblico con colpi che solo lui puo’ pensare e soprattutto realizzare, brekkando l’altoatesino e portando a casa il primo set con il punteggio di 63.

Nel secondo set nessun break. Alla fine, tra federer e la finale c’era solo il tie break. Ed era un tie break bellissimo, con colpi memorabili  per entrambi e con i due contendenti che davano spettacolo nel palazzetto dello Sport. Federer volava sul 5-1 riuscendo sempre a vincere scambi combattuti. Sul 6-3 arrivavano così 3 match point. A Re Roger bastava il primo per chiudere il match dopo un’ora e 24 minuti

Incontro molto bello, immenso Roger, ma Seppi ha saputo ben interpretare il match.

Ora per quanto rigurda l’italiano si prospetta il meritato riposo, il trattamento all’anca e la preparazione in vista del rientro sul rosso.

Adesso tra l’elvetico e il suo 97esimo titolo in carriera c’e’ il bulgaro Grigor Dimitrov, n.5 della classifica Atp e seconda testa di serie che nella semifinale ha approfittato del ritiro di Goffin per un infortunio all’occhio durante uno scambio.

4Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »