ATP Challenger e Futures, settimana 7. Il Rilancio di Berrettini a Cherbourg


E’ Matteo Berrettini l’uomo copertina di oggi, grazie alla semifinale conquistata nel 50mila$ indoor di Cherbourg in Francia, dove è stato sconfitto solo da Marterer in semifinale. Berrettini arriva così a sfiorare il suo best ranking, al numero 121 ATP e in questa settimana è impegnato come TDS1 nel Challenger di Bergamo. Per il romano è un momento delicato e decisivo, si tratta di continuare a lavorare sodo anche se l’ingresso in TOP100 è sempre uno scoglio arduo, perché bisogna vincere partite contro avversari difficili e superare molti turni, contando solo i migliori 18 risultati dell’anno. A Cherbourg era presente anche Luca Vanni, eliminato al secondo turno sempre dal tedesco Marterer che poi ha anche vinto il torneo.
Nell’altro Challenger in programma, a Chennai in India, è stato l’australiano Jordan Thompson, giù top 100, a trionfare. L’unico azzurro in tabellne, Alessandro Bega è uscito al primo turno.
Per quanto riguarda i Futures subito una nota determinante: occhio al terribile ragazzino Alcaraz Garfia, 14 anni, che a Murcia ha eliminato addirittura la TDS 1 Federico Gaio, approdando fino ai quarti di finale. Nome nuovo anche a Shrewsbury, nel 25mila: si è messo in luce il britannico Findell-Hawkins, ennersimo prodotto del vivaio statunitense, visto che è andato a laurearsi proprio nella University della North Florida. Il torneo inglese è stato vinto, per la cronaca, dal francese Reboul. Bene Andrea Vavassori a Sharm, dove ha raggiunto i quarti di finale, come anche Iannaccone e Fortuna a Jerba. Per Iannaccone anche il best ranking al numero 1096 ATP, come anche per Lorenzo Sonego al numero 169 ATP, da oggi impegnato al Challenger di Bergamo.
Alessandro Zijno

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »