Babbo Natale ha portato il Polifemo

di Alessandro Perrone

 

Finalmente e’ arrivato. Dopo averlo visto in azione varie volte con Salvatore Buzzelli, dopo aver letto l’intervista con Annalisa Coltorti, mi sono deciso di comprarlo. Anzi, scusate, ho chiesto a Babbo Natale di mettermelo sotto l’albero.

Natale non e’ ancora arrivato, ma non sono riuscito ad aspettare per aprire il pacchetto.

Per chi non lo sapesse, e’ arrivato il “Polifemo”, uno strumento tascabile che ricalca in maniera semplificata le caratteristiche del più importante SensoBuzz ma che è fruibile facilmente da tutti, esperti e non. Possiamo definirlo come il fratello piccolo del SensoBuzz.

Vi ullustro di cosa si tratta e come funziona.
Aperta la scatola vedo un parallepipedo nero con tante luci! E’ lui, il “Polifemo”, le cui misure sono  14cm x 9cm di lunghezza e 4cm di altezza.
E’ leggero, pesa appena 200 grammi, funziona a batterie ricaricabili e offre prestazioni sufficienti per poter svolgere sia allenamenti individuali sia attivazioni pregara.
Il “Polifemo”

  1. Tasto di accenzione
  2. “Occhio” di emissione segnali visivi (da qui il nome)
  3. Selettore del tempo di emissione segnali
  4. Pulsanti di scelta del tipo di segnale.

Il Polifemo, come abbiamo detto, è uno strumento tascabile che funziona a batteria ed è capace di emettere 5 differenti segnali (tre visivi e due sonori) ad una scansione temporale che va da 0,8
secondi a 5 secondi tra un segnale e l’altro.

Segnali e tempo di emissione possono essere selezionati prima e durante il funzionamento dell’apparecchiatura.

Ha una autonomia di funzionamento di 10 ore continuative e le batterie si ricaricano completamente in altrettante ore.

Semplicissimo da usare, attendibile nelle richieste prestative.

Durante queste vacanze leggero’ attentamente il libro di Salvatore “sensobuzz” ed iniziero’ ad utilizzarlo.

Sarà mia premura scrivere anche degli articoli come usare questo fantastico strumento nel mondo del tennis.

Grazie Salvatore per averlo inventato e  grazie Babbo Natale per avermelo portato.

9Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »