Challenger & Futures, settimana 9, Bolelli e Cipolla sugli scudi


Simone Bolelli, proveniente da Budrio in provincia di Bologna, ex numero 36 ATP conquista una importante finale in Uruguay che segna il suo rilancio. Il torneo su terra battuta da 50mila$ ha visto Bolelli via via aumentare il suo rendimento eliminando uno per volta, Moroni, Gaio e Giannessi prima di arrendersi in finale all’argentino Andreozzi. Fisicamente non è ancora al pieno delle energie il nostro alfiere, ma tecnicamente è tornato il favoloso braccio di un tempo anche adesso a 32 anni. Nel 150mila dollari di Indian Wells che precede il prestigioso Master 1000 vittoria per lo slovacco Klizan, mentre a Yokohama in Giappone ha prevalso il padrne di casa Uchiyama, con il nostro Donati fuori al primo turno.
A livello Futures copertina per l’inossidabile Flavio Cipolla, che a 34 anni si sta ancora togliendo molte soddisfazioni e spera di rientrare nel tennis ATP: finale per lui ad Antalya. nel 25mila dollari di Trento in indoor successo per il lituano Grigelis, mentre Vanni è uscito in semifinale. Grigelis detto “grigio” è italiano d’adozione allenandosi da parecchio tempo a Foligno alla corte di coach Gorietti. Nel torneo trentino non benisssimo gli altri azzurri ma c’è da segnalare la grande prestazione di Mattia Bernardi, 15 anni, che alla seconda esperienza a livello internazionale tra i “grandi” ha lottato perdendo 7-6 6-2 contro il fortissimo francese Tchoutakian ex top700 del mondo e a 24 anni in grossa evoluzione. Buona anche la semifinale raggiunta in Qatar dal siciliano Omar Giacalone alla ricerca del suo tennis migliore.
Alessandro Zijno

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »