Qui comincia l’avventura del signor “Lorenzo Sonego”

di Alessandro Perrone

Scusate il titolo dell’articolo che ricorda “il corriere dei Piccoli” con “il Signor Bonaventura”, ma e’ la prima cosa che mi e’ venuta in mente pensando al nostro tennista tricolore.

L’avventura agli Australian Open e’ finita, ma questo e’ solo l’inizio per il torinese.

Alla fine della storia  il signor Bonaventura culminava inevitabilmente con la  fortunata vincita di “un milione” (di lire: cifra astronomica, per l’epoca, divenuto “un miliardo” negli anni cinquanta) da parte del simpatico personaggio. La ricompensa era quasi sempre raffigurata in forma di un enorme biglietto di banca manoscritto.

 

Richard Gasquet sconfigge Lorenzo Sonego in tre set (6-2, 6-2, 6-3),  il torinese cede nettamente a Gasquet , troppa la differenza tra l’italiano e l’ex top ten transalpino.

Il torinese ha giocato il suo gioco, ma l’esperienza di Gasquet si e’ fatta subito sentire, non permettendo al tennista italiano di fare il suo gioco ed acquistare sempre piu’ fiducia sulle sue possibilità.

Il classe ’95, che rimane comunque la rivelazione di questo torneo, torna a casa dalla trasferta australiana con tanti ricordi, tanta carica agonistica per fare sempre meglio, ma soprattutto con tanti punti e una classifica che lo farà entrare nei migliori 170.

E’ il suo primo SLAM, dalle qualificazioni e’ riuscito ad arrivare al secondo turno, le partite ai 5 set non sono semplici da giocare, ma sicuramente si farà valere nei prossimi appuntamenti tennistici.

L’anno è solo agli inizi, e sono sicuro che ne vedremo delle belle.

Il lavoro e l’umiltà paga sempre, e Lorenzo fa parte di questa categoria di giocatori.

2Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »