Il Master 2020 parla russo: Medvedev sale in cattedra a Londra

di Alessandro Perrone

Daniil Medvedev ha vinto il più grande titolo della sua carriera domenica, battendo il campione degli Us Open, l’austriaco  Dominic Thiem,  in tre combattutissimi set, con il punteggio 4-6, 7-6 (2), 6-4 dopo due ore e 43 minuti di march emozionante per intensità, cambi di tattica e colpi spettacolari da tutte e due le parti.

E’ lui il maestro del 2020, e riesce a continuare la sua striscia positiva dopo  il successo al recente torneo di Parigy Bercy dove in finale ha sconfitto il tedesco Alexander Zverev.

Il percorso al successo del russo e’ stato impressionante, ha battuto nella settimana giocatori del calibro di  Rafa Nadal, Novak Djokovic, Alexander Zverev e Diego Schwartzman prima di sconfiggere l’austriaco Dom Thiem in finale.

La partita inizia bene per il giocatore ausriaco che conquista il primo set grazie al break del quinto game; il russo, tra mille difficoltà al servizio, pareggia i conti al tie-break, per poi imporsi nel terzo parziale sfruttando il primo e unico match point.

Medveded vince cosi’ per la prima volta il Master di fine anno mentre per Thiem arriva il ko all’ultimo step come l’anno scorso dove fu sconfitto dal greco Tsisipas al tie break del terzo.

“Ho sempre detto prima di questo torneo che sarebbe stata una storia incredibile se, qui a Londra,  sia il primo campione che l’ultimo fossero stati russi”, ha detto Medvedev durante la cerimonia del trofeo. “Mille grazie a Nikolay Davydenko per essere stata fonte di ispirazione per molti ragazzi  come me ”

“Che partita. Una delle mie migliori vittorie, due ore e 42 minuti, tre set contro un giocatore straordinario “, ha detto inoltre Medvedev durante la premiazione.” Dominic, congratulazioni già per quello che hai ottenuto nella tua carriera. Il tuo nome è già nella storia dei libri di tennis. È stupefacente. Hai vinto un Grande Slam quest’anno. Stai giocando in modo incredibile. Spero che in grandi occasioni come questa avremo molte altre partite “.

“Certo, sono deluso, ma allo stesso tempo sono anche orgoglioso della prestazione di tutta la settimana. Daniil se lo meritava davvero “, ha detto Thiem durante la cerimonia del trofeo.” E ‘stata una partita incredibile. Congratulazioni per, in generale, questo grande anno. Penso che novembre sia stato un mese fantastico per Daniil , con il titolo di Bercy e qui e spero che avremo molte grandi partite in arrivo. È stato un piacere oggi, anche se ho perso. ”

Un anno fa, Medvedev ha debuttato senza vittorie in questo torneo, rivendicando un solo set. Ora è il campione imbattuto 2020, guadagnando 1.500 punti FedEx ATP Ranking. Medvedev è il sesto campione diverso ai campionati di fine anno negli ultimi sei anni.

Per completezza di informazione,  nella manifestazione di doppio maschile. la coppia  Wesley Koolhof / Nikola Mektić hanno sconfitto in finale Jürgen Melzer / Édouard Roger-Vasselin col punteggio di 6–2, 3–6, [10–5].

Curiosità:

  • 11 anni fa, quando le Finals ATP si giocarono per la prima volta alla O2 Arena di Londra nel 2009, fu sempre un russo, Nikolay Davydenko, a vincere. Già in una fase avanzata della sua carriera, Nikolay vinse in finale il titolo più importante della sua vita da professionista, sconfiggendo Juan Martín Del Potro, campione degli US Open due mesi e mezzo prima, nella finalissima.
  • Ora, 11 anni e 12 edizioni dopo, il ciclo delle finals ATP di Londra si è chiuso con un nuovo titolo russo. Daniil Medvedev ha ‘imitato’ il suo connazionale – e uno dei suoi idoli – e alla fine della partita non ha dimenticato ‘Kolya’. “Ringrazio molto Nikolay per essere stato un’ispirazione per me e per molti bambini che amano il tennis nel nostro paese”, ha dichiarato il tennista moscovita.
  • Medvedev, che ha anche battuto il cinque volte campione Novak Djokovic e il numero 2 del mondo Rafael Nadal all’inizio della settimana, è il primo giocatore a conquistare i primi tre giocatori nella classifica FedEx ATP nel finale di stagione. Il russo è solo il quarto giocatore a realizzare l’impresa in un singolo evento dall’inizio dell’ATP Tour nel 1990.
  • Entrando al Rolex Paris Masters due settimane fa, Medvedev aveva un capitale di vittorie/sconfitte 18-10 in stagione senza vincere contro mai i primi 10 avversari. Da quando è arrivato al Paris-Bercy, dove ha vinto il suo terzo trofeo ATP Masters 1000, il 24enne ha vinto 10 partite consecutive, di cui sette contro la Top 10.
  • Durando due ore e 43 minuti, questa è stata la finale più lunga al meglio di tre nella storia delle finali Nitto ATP.
0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »