Il Re e’ tornato: Viva il re!

di Alessandro Perrone e Elena Montin

Roger Federer e’ rientrato nei campi di gioco dopo circa, 80 giorni di stop,  e ha vinto il torneo la “Mercedes Cup”, torneo Atp 250 dotato di un montepremi pari a 650 mila euro circa che si è concluso sui campi in erba di Stoccarda, in Germania, battendo nella finale il canadese Milos Raonic, numero 35 Atp e settimo favorito del seeding,  in due set 6-4 7-6, in 1h e 20′ di gioco.

Per il fuoriclasse svizzero, si tratta del 98mo successo in carriera, di cui 20 Slam.

La stagione sull’erba ha ritrovato il suo re!!!!

Un Roger Federer semplicemente straordinario vince per la prima volta il torneo di Stoccarda  al termine di un match giocato ad altissimo livello. “Sono contento – ha detto Federer a fine incontro – perché è stata una buona finale; era tanto che non giocavo un torneo e tornare a questi livelli è veramente piacevole. Ci sono ancora alcune cose da sistemare, ma sono molto felice”.

Non possiamo dire che Raonic abbia giocato male, anzi le percentuali sono da brivido, solo che dall’altra parte c’era un alieno, che rispondeva colpo su colpo agli affondi del canadese con colpi di alta classe e precisione chirurgica. Avesse giocato cosi’ bene in un qualsiasi altro torneo contro qualsiasi altro giocatore il risultato sarebbe stato sicuramente diverso. Raonic sicuramente farà vedere cose belle sulla stagione in erba appena iniziata.

 

I numeri incredibili di Federer

(foto presa dal sito di Eurosport)

Continua ad aggiornare il taccuino delle statistiche, sempre più impressionanti. Per Federer 98° trionfo in carriera su 148 finali disputate, il 18° sull’erba, il primo a Stoccarda.

Roger sale a 16 successi in fila sull’erba, portando il suo record complessivo su questa superficie a 168-24. Lo svizzero ha messo in bacheca il terzo titolo del 2018 dopo Melbourne (battendo Cilic) e Rotterdam (superando Dimitrov), mentre ha perso Indian Wells stoppato da Del Potro.

A Stoccarda King Roger rientrava nel tour dopo 81 giorni di assenza: aveva infatti disputato l’ultimo incontro ufficiale lo scorso 24 marzo quando era stato battuto al secondo turno del “1000” di Miami dall’australiano Thanasi Kokkinakis. Dopo un grande inizio di stagione, il migliore in carriera con 17 match vinti (successo agli Australian Open e a Rotterdam, finale a Indian Wells), per il secondo anno consecutivo lo svizzero aveva preferito saltare per intero tutta la stagione sulla terra per potersi presentare al meglio sull’erba.

Sarebbe potuto sembrare una scelta scellerata non fare la stagione sulla terra (compreso uno SLAM) e invece si e’ rivelata una ottima scelta, visto che è stato in grado di battere al suo rientro avversari non facili  di livello come M. Zverev, Pella e Kyrgios.

Nel ranking di lunedi Federer avrà 8920 punti contro gli 8770 di Rafael Nadal. Nella “race” invece primo resta Nadal con 5040 punti, secondo Zverev con 3495 e Federer terzo con 3360. Ora Federer cercherà il 99° titolo della carriera ad Halle, torneo che ha vinto 9 volte. E magari il centesimo a Wimbledon.

Dalla prossims settimana per Roger sarà la settimana numero 310 in vetta al ranking: ritoccherà anche il suo record di giocatore ‘più anziano’ a comandare la classifica ATP (36 anni e 10 mesi).

Ora però arriva il difficile, ovvero difendere i 2500 punti delle vittorie di Halle e Wimbledon:sara’ difficile? Il Roger che abbiamo visto in questa settimana puo’ farcela sicuramente, l’erba e’ la sua superfice, ed il suo gioco e’ di livello superiore alla maggior parte dei suoi avversari. Ci aspettiamo due tornei stellari, con match sempre piu’ entusiasmanti.

Il Risultato? Lo scopriremo solo vivendo.

Al prossimo Torneo.

 

4Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »