Lo Zar di Amburgo ha conquistato Il Foro Italico

Lo Zar di Amburgo ha conquistato Il Foro Italico

Di Alessandro Perrone

Oggi, 21 maggio puo’ essere una data che gli appassionati di tennis ricorderanno per tanto tempo. Un ventenne dalle grando qualità tecnico-tennistiche ha conquistato il torneo piu’ importante sulla terra rossa dopo lo Slam: il suo nome e’ Sacha Zverev, un ragazzo che e’ stato capace di dare una svolta al suo tennis mietendo vittime illustri a Roma. Raonic, Isner hanno ceduto il passo a questo talentuoso ragazzo, ma soprattutto l’ex numero uno del mondo Novak Djokovic nulla ha potuto davanto al tedesco che ha giocato una partita senza sbavature, con una intelligenza tattica degna dell’esperienza del suo avversario.

Con un perentorio 64 63 si e’ aggiudicata la finale, ha vinto il suo primo Master 1000 (e di sicuro non sarà l’unico), ha messo un pò di soldini in banca, ma soprattutto e’ entrato tra i primi 10 giocatori del mondo.

La partita si puo’ riassumere cosi’: Primo set vinto grazie al break del primo gioco dove ha messo in chiaro che non sarebbe stato il gregario di Nole, ma che avrebbe giocato il suo miglior tennis. Ha tenuti i suoi turni di servizio senza cedere break, ma soprattutto mettendo sempre sotto pressione il serbo che nulla ha potuto davanti allo strapotere del tedesco. Il secondo set deciso anche questo da un break al terzo gioco. Cosa dire altro della partita? Magari del warning preso da Nole per “parole non troppo belle” nei confronti di se’, ma che ha detto ad alta voce. Forse l’unica pecca di questo incontro.

Alla fine si sono abbracciati i due contendenti.

A Roma batte al primo turno Kevin Anderson col punteggio di 6-4, 4-6, 6-4, al secondo supera agilmente Viktor Troicki e al terzo batte un falloso Fabio Fognini. Nei quarti di finale batte Milos Raonic, col punteggio di 7-64, 6–1, conquistando così la sua terza vittoria contro un top ten in stagione. Il giorno seguente grazie alla vittoria in tre set contro John Isner per 6-4, 65-7, 6-1, raggiunge la sua prima finale in un Master 1000.  A Roma è il più giovane in finale dal 2006, quando si impose un 19enne di nome Rafael Nadal. Il 21 Maggio 2017 ha battuto Novak Djokovic col netto punteggio di 6-4 6-3, conquistando cosí il suo primo ATP Masters 1000.

E’ nata una stella? Direi di no, il talento  di Alexander Zverev lo avevamo visto e notato da tanto tempo, sia nei tornei junior che nei tornei senior, ma la vittoria a Roma ha messo una impronta indelebile per il suo futuro. Fino a dove arrivera’? Sicuramente in alto.

Vorrei fare un plauso a Tv8 che ha trasmesso questo torneo. Non voglio fare polemica con SuperTennis o con la RAI che non riesce ad assicurarsi nessun torneo di tennis (ma non dovrebbe essere una tv di stato? Forse il canone lo pagano quelli che non giocano a tennis? Diamo tanti soldi a prensentatori che valgono meno di un incontro di tennis? Ma lasciamo stare, fare polemica e’ inutile).

Complimenti a tutta la squadra tennistica di Sky e Tv8. Ho rivalutato tanto Adriano Panatta che si e’ dimostrato, oltre che un grande giocatore, anche un uomo di spettacolo che con competenza parlava  di tennis in generale, ma anche di tecnica-tattica di gioco.

Spero di rivedelo magari in un altro torneo nella squadra di Tv8.

Vorrei terminare questo articolo con il mio motto, anzi il motto di questo blog

Tennis? I love this game

Al prossimo torneo…

 

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »