Maestrelli – Cachin e’ la finale a Verona: Cecchinato fuori

di Alessandro Perrone e Elena Montin

Ieri era giorno di Semifinali. Un palcoscenico pieno di tifosi, hanno sostenuto i loro beniamini, soprattutto gli italiani impegnati nelle due semifinali: Maestrelli e Cecchinato.

Francesco Maestrelli è il primo finalista. Nella prima semifinale il diciannovenne dopo tre ore di gioco contro Ofner trionfa con 6/4 6/7(6) al tie break e 6/3. Ofner, nonostante sia riuscito al tie break del secondo set ad annullare due match point, ha dovuto arrendersi alla determinazione, alla grinta e ai colpi dell’italiano, che si è aggiudicato il posto per il gran finale nello Scaligero Arena delle grandi occasioni.

Nella seconda semifinale, Cachin è il secondo finalista degli Internazionali di Verona. L’argentino ha battuto infatti Marco Cecchinato con il punteggio di  6/7  6/0, 7/5 dopo oltre due ore di gioco.

Partita molto strana, primo set dominato dai servizi fino al 5-5 poi break dell’argentino e successivo controbreak dell’italiano. Tie break partito bene da Cecchinato (si porta a 3-0), ma poi l’argentino lo raggiunge e si a avanti con i servizi fino al 12-10 per l’italiano.

Secondo set in cui si vede solamente l’argentino, con l’italiano che avra’ fatto in tutto il set pochissimi punti: 60 per l’argentino.

Terzo set molto bello, che porta l’italiano sul 54 e servizio, ma non riesce a chiudere (tanti errori gratuiti), e poi alla fine l’argentino ha inanellato 3 games di file, sconfiggendo l’italiano e raggiungendo la finale al torneo veronese.

Oltre due ore e mezza di sfida punto a punto, cheh anno entusiasmato il numeroso pubblico presente, che ha incoraggiato sempre il giocatore italiano.

Il primo e terzo set sono stati ben giocati dai due protagonisti, ma la lucidita’ tattica dell’argentino ha preso presto il sopravvento sul talento e colpi del giocatore siciliano, allenato da Massimo Sartori, presente a vedere il suo pupillo.

Cecchinato ha provato a mettere in difficolta’ il suo aversario con palle corte, attacchi e back spin ma Pedro riusciva spesso a venirne fuori, mentre molte olte l’italiano arrivava in ritardo sugli attacchi dell’argentino.

Cachin è stato più regolare e lucido nei momenti topici della gara.

Oggi alle 21 ci sara’ la finale che decretera’ il vincitore di questo straordinario torneo.

Già assegnato il titolo del doppio: se lo sono aggiudicato Andrea Vavasori ed il venezuelano Luis David Martinez, primi favoriti del seeding, che in finale si sono imposti per 76(4) 36 12-10 sulla coppia formata dall’argentino Juan Ignacio Galaeza e dallo sloveno Tomas Lipovsek Puches.

 

Un ringraziamento agli organizzatori che hanno fornito al sottoscritto, in qualita’ di blogger di tennis, un accredito giornalistico.

 

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »