Novak Nole Djokovic, l’uomo dei record

di Alessandro Perrone

Dopo una nuova prestazione sublime agli Australian Open del 2021 appena conclusi, da parte del numero uno delle classifiche ATP, il serbo Novak Djokoic, in cui ha fatto intendere che lui ancora c’e’ e che non vuole lasciare il trono a nessuno, diamo un po’ dei suoi numeri da record:

9 come i titoli che ha vinto agli Australian Open. È il quarto giocatore, maschio o femmina, a vincere almeno nove titoli in un qualsiasi Grande Slam, dopo Rafael Nadal (13 French Open), Margaret Court (11 Australian Open) e Martina Navratilova (9 Wimbledons). Nell’era Open (dal 1968), tuttavia, Djokovic è il terzo giocatore che riesce a vincere 9 volte un torneo dello SLAM.

9-0 come il suo record di vittorie e sconfitte nelle finali dell’Australian Open. Meglio di lui  ha fatto solo il maiorchino Rafa Nadal, che vanta 13-0 nelle finali del Rolland Garros. Dietro Djokovic ci sono Pete Sampras (7-0, Wimbledon) e Bjorn Borg (6-0, Roland Garros).

18 come il numero di titoli di singolare del Grande Slam che Djokovic ha ora, colmando il suo divario al secondo posto tra gli uomini nell’era Open, dietro i leader comuni Roger Federer e Nadal, che hanno 20 ciascuno. Dietro Djokovic ci sono Sampras (14) e Roy Emerson (12).

82 come il numero di titoli vinti dal serbo a livello di tour. Meglio di lui hanno fatto Jimmy Connors (109), Federer (103), Ivan Lendl (94) e Nadal (86), e dietro di lui c’è John McEnroe (78).

1 come il record di aver vinto il Career Golden Masters  che è riservato ai giocatori che vincono ognuno dei Masters 1000 almeno una volta in carriera. Il 20 agosto 2018il serbo, battendo in finale 6-4 Roger Federer a Cincinnati, è il primo a potersi fregiare del titolo Career Golden Masters.

 

3 come i titoli del Sunshine Double per aver vinto i due Masters 1000 che si disputano a marzo negli assolati contesti di Indian Wells in California e Miami in Florida. Djokovic è l’unico ad essere riuscito nell’impresa per tre anni consecutivi, tra il 2014 e il 2016.

10 come  i titoli vinti dal serbo nel 2015: tutti gli Slam a parte il Roland Garros, e poi Indian Wells, Miami, Monte Carlo, Roma, Shanghai, Parigi Bercy e le Atp Finals.

16 come il numero di anni consecutivi, dal lontano 2006,  in cui il serbo ha vinto almeno un torneo nel circuito ATP, rompendo un pareggio con Federer, la cui serie di 15 dal 2001-15. Tra tutti i giocatori, uomini e donne, nell’era Open, è la quarta serie di successi più lunga dopo Navratilova (21, 1974-94), Chris Evert (18, 1971-88) e Nadal (17, 2004-20)

12 come il numero di titoli del Grande Slam di Djokovic sui terreni duri (nove Australian Open, tre US Open). Tra tutti i giocatori, uomini o donne, è al secondo posto dopo Serena Williams, che ha vinto 13 major sul cemento.

6 come i tornei del Grande Slam che Djokovic ha vinto da quando ha compiuto 30 anni: record che condivide con Nadal major tra gli uomini nell’era Open. Djokovic rompe un pareggio con Federer, Rod Laver e Ken Rosewall, i quali hanno vinto quattro major dopo aver compiuto 30 anni.

42-0 il record di vittorie negli Australian Open quando era testa di serie numero 1.

61-0 e’ il record di vittorie agli Australian Open dopo aver vinto i primi due  In tutti i Grandi Slam, il suo record dopo aver vinto i primi due set è ora di 220-1, con l’unica sconfitta contro Jurgen Melzer nei quarti di finale degli Open di Francia 2010.

30 come le consecutive in match del Grande Slam Sempre nel periodo magico tra il 2015 e il 2016, Nole ottenne trenta vittorie consecutive nei match disputati nei quattro tornei del Grande Slam vinti. La striscia si fermò a Wimbledon 2016, con la sconfitta nel terzo turno contro l’americano Sam Querrey.

1 ora e 53 minuti come la durata della finale del 2021 contro Daniil Medvedev, rendendola la finale del Grande Slam più breve delle 28 che Djokovic ha giocato finora. Il suo record più corto precedente erano le due ore e i quattro minuti che gli ci sono voluti per eliminare Nadal nella finale dell’Australian Open 2019. Per onore di cronaca, non e’ la finale piu’ breve, che invece e’ stata la  finale di singolare maschile degli Australian Open dal 2003, quando Andre Agassi ha sconfitto Rainer Schuettler in un’ora e 16 minuti.

Una curiosita’ sulla carriera straordinaria del serbo: All’apice della sua carriera, dopo la vittoria al Roland Garros del 2016, Novak Djokovic è stato numero uno del mondo con la bellezza di 16.950 punti. Più della somma dei punti del secondo (Andy Murray, 8.915) e del terzo (Roger Federer, 6.655). Nessuno era mai riuscito ad avere un dominio così netto sul circuito.

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »