Roma, Location unica per un torneo unico

Il torneo di Roma

Di Silvia Borin

Il Viaggio

A distanza di tre mesi dall’acquisto dei biglietti per gli Internazioni di Tennis al Foro Italico di Roma 2017 finalmente è giunto il giorno della partenza!
Ore 8.10 si parte con Italo dalla stazione dei treni di Bologna diretti a Roma Termini con arrivo previsto alle ore 10.25, dopodichè (ormai con un po’ di dimestichezza dato che sono 4 anni che ci rechiamo là) prendiamo la Metro Battistini-Cipro che ci conduce in prossimità del B&B Michelangelo Vatican Rooms (prenotato anche questo mesi prima) dove lasciamo in camera una piccola parte del bagaglio. Il B&B si trova in un’ottima posizione infatti da lì ci rechiamo al Foro Italico a piedi oppure con il bus n.32 (sono circa 2 Km).

Per chi vuole andare direttamente al Foro Italico, senza passare per l’albergo prenotato, è presente un servizio navetta gratuito che porta dalla Stazione Termini al Foro Italico: Il servizio è attivo per tutta la durata del torneo ed è valido solo per chi ha viaggiato ed ha raggiunto Roma con Trenitalia, purtroppo.

 

Il Circolo

Il circolo e’ una costruzione degli anni 20, contornato da statue di marmo di notevole fattura.

Il Foro Italico conta 14 campi in terra rossa più 1 in erba sintetica davanti alla “Sala delle Armi”: il Campo Centrale, la Grand Stand Arena, lo Stadio Nicola Pietrangeli e altri 11 court secondari.

Consiglio vivamente di entrare non dall’entrata principale dove vi è sempre una coda lunghissima ma da quella laterale che non so perchè ma è sempre mezza
vuota! Un controllo velocissimo allo zainetto da parte degli addetti alla sicurezza et voilà ci si ritrova all’interno del maestoso ed affascinante Foro Italico, dove il rosso dei campi, il verde degli alberi e l’azzurro del cielo ci regalano un’atmosfera unica!
Ore 12.30 a passo spedito ci rechiamo presso il campo n.5 dove si allena Nadal, logicamente è stracolmo di gente ma i suoi muscoli abbronzati risaltano e si fanno ben notare ugualmente.
Dopodichè si passa al Pietrangeli dove purtroppo abbiamo visto una Roberta Vinci un po’ fuori forma e poi via al centrale per Goffin/Verdasco e a seguire Djokovic/Bedene.
Non mi dilungo troppo sulle varie partite in quanto è stupendo poter girare liberamente e guardare qualche set di ciò che ci pare più interessante.

Consigli

Per gli amanti dello shopping vi è un “viale” di negozietti di abbigliamento sportivo e di bar e chioschetti vari dove poter fare una pausa mangiando un panino e soprattutto bevendo una bibita fresca!

Con molto rammarico quest’anno non avevamo preso anche il biglietto del serale per il Centrale (in quanto gli altri anni non avevamo visto chissà che partite, va a fortuna) e invece ci siamo persi un grande Fognini contro Murray!

Ore 20.00 un po’ cotti dal sole ma come sempre molto soddisfatti ci dirigiamo verso l’uscita direzione B&B per una doccia veloce e poi cenetta in centro!
(Un altro consiglio che posso dare è quello di portarsi via crema solare e cappellino!)
All’anno prossimo!

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »