Tsitsipas fa il bis a MonteCarlo: Alberto II premia il principe greco

di Alessandro Perrone

 

Il Master 1000 di Montecarlo, terzo Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 5.415.410 di euro, che si e’ svolto sulla terra rossa del Country Club di Montecarlo, è arrivato alla sua conclusione, dopo aver regalato una settimana ricca di emozioni e sorprese. A portare a casa il trofeo monegasco è Stefanos Tsitsipas, numero 5 del mondo e testa di serie numero 3 del torneo, per il secondo anno consecutivo, che in finale ha superato la sorpresa Alejandro Davidovich Fokina, n.46 del ranking Atp, per 6-3 7-6 in un’ora e 36 minuti di partita.

Troppo forte Tsitsipas per un “rookie” (termine da NBA per definire il giocatore “novellino”) come Davidovich Fokina, alla sua prima finale in un torneo così importante. Nonostante una partita solida dello spagnolo, lo strapotere del numero 5 del mondo era troppo evidente.

Davidovich aveva comunque iniziato bene la partita, tentando l’allungo, ma la reazione di Tsitsipas è stata fulminea, vincendo cinque giochi consecutivi nel primo set che gli hanno permesso di portare a casa il primo parziale.

Nel secondo set Tsitsipas prende subito il break e si porta sul 5-4, servendo per la partita. Davidovich però ci mette il cuore e ottiene il break, allungando la partita. Al Tie break non c’è storia, qualche errore di troppo per lo spagnolo, ha portato Tsitsipas alla conquista del tie break e alla conquista del torneo monegasco.

Tsitsipas ha dimostrato di essere uno dei tennisti migliori sulla terra rossa: su un campo così lento, il greco ha avuto la possibilità di caricare perfettamente ogni colpo, facendo sfoggio di colpi fondamentali molto incisivi, giocando al meglio delle sue possibilità.

“Sono molto orgoglioso di me stesso”, ha detto Tsitsipas nella sua intervista in campo. “Le cose ad un certo punto non andavano bene, ma sono riuscito a rimanere composto per finire la partita. Sono davvero orgoglioso della convinzione che ho riposto nel mio gioco. A volte dubiti di te stesso, ma è sempre importante tenere la testa alta”.

Il greco, che stava partecipando alla sua quarta finale a un master 1000 , ha colpito i suoi dritti con feroce topspin e precisione e si è ripreso dal non essere riuscito a chiudere la partita sul 5-4 nel secondo set conquistando il suo primo trofeo stagionale al tie break.

“Ha combattuto in momenti in cui non mi aspettavo che combattesse”, ha detto Tsitsipas. “Può colpire incredibili vincitori dal nulla e giocare in modo imprevedibile. Ma sono stato in grado di minimizzarlo. Sapevo che sarebbe stato un avversario pericoloso, ma per me è una grande vittoria. Penso che vedremo grandi risultati da lui in futuro”.

Con questa vittoria,  il greco risale a ridosso di Rafa Nadal e si unisce così a un illustre elenco di giocatori che hanno vinto due volte il Monte Carlo Masters, unendosi a giocatori del calibro di  Rafael Nadal (2005-12, 2016-18), Juan Carlos Ferrero (2002- 03), Thomas Muster (1995-96), Bjorn Borg (1979-1980) e Ilie Nastase (1971-1973).

Per il greco si trattava della  diciannovesima finale sul circuito e quarta in un 1000.

Il greco, nel suo percorso verso la finale, ha battuto giocatori del calibro di Fabio Fognini (63 63), il serbo Laslo Djere (75 76), l’argentino Schwartzman (62 67 64), e in semifinale il tedesco Zverev (64 62).

Davidovich Fokina nel suo percorso verso la finale, ha ottenuto vittorie su Marcos Giron (75 63), poi, a sorpresa, ha battuto il numero 1 del mondo Novak Djokovic (63 67 61), e successivamente David Goffin(64 61) , il vincitore di Indian Wells Taylor Fritz (26 64 63)  e in semifinale il tennista bulgaro Grigor Dimitrov (64 67 63) .

Lo sconfitto, 22enne di Malaga, si consola pensando che con il secondo posto di oggi guadagnerà ben 19 posizioni nella classifica mondiale, arrivando al 27esimo posto del ranking mondiale. “È il mio primo discorso – ha detto al pubblico al momento della premiazione -. Prima di tutto, devo fare le mie congratulazioni a Stefanos, hai giocato un grande tennis. Hai un grande team, state facendo bene. Spero di prendermi presto la rivincita. Spero che ci saranno tante battaglie, al mio team che dire grazie per essere venuti questa settimana. Abbiamo lottato per vivere questi momenti, vi voglio bene. Spero che ci saranno altre occasioni per sostenermi. Grazie al pubblico, mi sono ‘tuffato’ molte volte per voi questa settimana”.

Il 23enne, salirà al numero 2 nella ATP Race To Turin di lunedì, mentre a livello ATP rimane al 5 posto.

Il giocatore greco si pone come uno dei pretendenti ai prossimi tornei sulla terra rossa e soprattutto per il Rolland Garros, secondo Slam dell’anno.

Nel doppio maschile, la coppia testa di serie numero uno del seeding, formata da Rajeev Ram e Joe Salisbury, ha superato nell’atto finale gli esperti colombiani Juan Sebastian Cabal e Robert Farah, al super tie-break per 10 punti a 7 dopo oltre un’ora e mezza di partita.

Un ringraziamento a Supertennis che in serata ha fatto vedere, in differita, la finale del torno monegasco

 

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »